Modelli Apprendimento-studio Afis


Nuovi modelli di apprendimento: il blended learning

Le operazioni di successo nella società dell’informazione e nella gestione di organizzazioni sono basate sull’uso di conoscenze e competenze appropriate. Lo scambio di informaioni, inoltre, è necessario tra le aziende, i loro clienti, i dipendenti, i fornitori, i partner, gli shareholder e il pubblico in generale. L’apprendimento dell’organizzazione e del personale sono dei prerequisiti per migliorare le competenze e la sicurezza delle informazioni e per perseguire operazioni di successo nella nostra società. L’apprendimento sul lavoro (on the-job) offre una modalità efficiente per collegare l’apprendimento alle necessità e alle priorità dell’azienda.

Lo scopo dei nuovi metodi di apprendimento consentono di migliorarlo attraverso la comunicazione interattiva, anche per creare una conoscenza sociale all’interno delle aziende. Con questo approccio, la gestione dell’apprendimento è integrata nelle normali attività di gestione del business da parte del management. Ciò significa che l’apprendimento prende piede durante lo svolgimento dell’attività professionale.

Ci sono state molte aspettative positive e promesse da soluzioni di e-learning basate su approcci standardizzati. L’esperienza pratica, comunque, ha provato che questi approcci, se usati da soli, non offrono una risposta completa alla necessità dell’apprendimento on-the-job.

Il progredire della tecnologia ha comportato anche un progresso nella strutturazione di strumenti di formazione: sebbene l’e-learning potesse essere considerato coinvolgente alcuni anni fa, ora si pventa la necessità di introdurre strumenti più attuali e accattivanti, per stimolare la volontà di partecipazione dei discenti di un programma di formazione.

Nell’ambito della formazione sono state utilizzate le teorie del behaviorismo e dell’oggettivismo, del cognitivismo, del pragmatismo e del costruttivismo. L’apprendimento dei nostri giorni necessita di teorie in grado di descrivere i principi e i processi di apprendimento come riflessione dell’ambiente sociale. La qualità nell’e-learning richiede l’applicazione di nuovi approcci di apprendimento come la connettività, l’interattività e la condivisione di informazioni. Le nuove tecnologie software dedicate alle reti sociali danno la possibilità di mettere in pratica queste teorie in modo particolare nei contesti organizzativi aziendali.

Gli obiettivi di apprendimento attuali possono non essere presentati in ordine o in sequenza, bensì al di fuori di una sequenza ordinata. Tutto ciò non ha luogo in aula ma nell’ambiente di lavoro dove operano gli impiegati stessi.

La leadership e l’esperienza enfatizzazno gli aspetti personali e umani nel condurre il business e sono basati sulla comprensione intima delle persone, sulla conoscenza e sul comportamento. La grande sfida è riuscire a combinare le conoscenze esplicite e implicite in tutte le decisioni di management, e fare in modo che la conoscenza muova dagli individui all’interno dell’organizzazione verso gli attori, dal dominio tacito al dominio esplicito e viceversa.

Lavorare in modo collaborativo utilizzando la capacità intellettiva dell’intera organizazione è l’obiettivo che porta a interessanti benefici di business. Si è sviluppato, pertanto il concetto di blended learning, ovvero di un apprendimento che sfrutta vari tipi di strumenti e approcci per coinvolgere sempre più coloro ai quali è destinato.

I moderni ambienti di apprendimento devono facilitare in modo efficiente ed efficace le attività di formazione intensive e in rete: questi ambienti offrono mezzi attraverso una comunicazione interattiva e collaborativa, contribuendo al contempo a costruire la conoscenza e l’intelligenza sociale. L’apprendimento diventa quindi integrato con le normali attività delle persone.

Gli strumenti principali in uso al giorno d’oggi sono blog, aggregatori, forum e piattaforme di reti sociali.

Il metodo di illustrare delle esperienze nei blog e di costruire modelli di conoscenza con le applicazioni che permettono la creazione, la modifica e l’illustrazione collaborativa di pagine all’interno di un sito internet (Wiki), produce risultati che possono essere inviati, ancora via blog, ad altri team. Questo crea un canale digitale per la costruzione della conoscenza. Le tecnologie di questi strumenti e la popolrità dei benefici che hanno introdotto è stata dimostrata su vasta scala nell’uso di Internet. La grande sfida di oggi è di utilizzare questi strumenti anche all’interno per scopi di business, e specialmente nel processo di gestione del business.

L’expertise nell’ambito della gestione delle informazioni è un esempio di apprendimento specializzato in cui questo nuovo approccio può essere utilizzato: si tratta di un’attività basata sulla conoscenza e sull’attività innovativa. I benefici dell’utilizzo di questo approccio sono ancora più ovvi nel caso in cui i partecipanti sono geograficamente dispersi e dove l’organizzazione di consensi in cui intervengono diverse persone è difficile.

Blended learning: Nuovi modelli di apprendimento

  • Forum di discussione

  • Informazioni automatiche da fonti esterne (feed)

  • Knowledge base comune e condivisa (wiki)

  • Conoscenza dei membri del gruppo, findings, osservazioni e commenti (blog)