Giugno 5 2018

Violenza sessuale

Reading Time: < 1 minute

Anche se molte ragazze che hanno subito violenza sessuale rischiano di essere nuovamente violentate da adulte, un numero minore, ma significativo, di loro diventerà autore di molestie sessuali nei confronti di bambini.

Secondo lo studio della American Human Association del 1990, il 14% degli autori di violenze sessuali contro ragazzi e il 6% degli autori contro ragazze erano donne.

I pochi studi esistenti sugli autori di violenza sessuale di sesso femminile mostrano che dal 50% al 95% di esse sono state violentate sessualmente durante la loro infanzia.

Sembra esserci un legame più forte fra violenza sessuale infantile e successivo comportamento sessuale violento negli uomini. Groth e Freeman-Longo riportano che l’80% di un campione di reclusi colpevoli di violenza sessuale (stupratori e autori di molestie verso i bambini) erano stati violentati sessualmente nell’infanzia.

Seghorn et al. osservarono che il 57% di coloro che molestavano i bambini avevano una storia di precedente violenza sessuale.

In questi casi si crede che le violenze sessuali possono rappresentare una ripetizione della molestia originaria infantile e un’espressione di rabbia contro l’aggressore, come anche un’identificazione con l’aggressore.

Potrebbe anche giocare un ruolo nella ripetizione la componente di eccitamento sessuale della violenza infantile.

 

Russel D.E., The Secret Trauma: Incest in the Lifes of Girls and Woman, New York, Basic Book,1990.

Categoria: Età evolutiva | Commenti disabilitati su Violenza sessuale
Giugno 1 2018

Ripetizione della violenza

Reading Time: < 1 minute

Donne che sono state violentate sessualmente durante la loro infanzia sembrano essere vulnerabili ad una nuova violenza più tardi nella loro vita.

Russell osservò che dal 33% al 68% delle vittime di violenza sessuale era stato successivamente stuprato, in confronto ad un’incidenza di stupro del 17% per le donne che non erano state vittime di una violenza sessuale.

Miller et al. confrontarono donne che riferivano una violenza carnale per la prima volta con quelle che erano state stuprate più di una volta.

Il diciotto percento di queste ultime avevano delle storie di incesto in confronto a solo il 4% di coloro che erano state stuprate per la prima volta.

In aggiunta allo stupro le vittime di una violenza sessuale infantile erano più predisposte ad essere violentate dai mariti o da altri partners adulti.

Russell riportò che un numero significativamente più alto di donne che avevano subito violenza sessuale durante la loro infanzia avevano un marito fisicamente violento e venivano violentate da lui in confronto alle donne che non erano state vittime di una violenza sessuale.

Briere notò che il 49% del suo campione di donne che avevano subito una violenza sessuale infantile riferivano di essere picchiate nelle loro relazioni con altri adulti, in confronto al 18% di un gruppo di donne che non avevano avuto questa esperienza.

Continua …

Lindberg F., Distad L., Post-traumatic stress disorders in women who experienced childhood incest, Child Abuse Negl, 1990.

Categoria: Età evolutiva | Commenti disabilitati su Ripetizione della violenza
Maggio 22 2018

Disturbo di personalità multipla

Reading Time: < 1 minute

Un trauma infantile, in particolare una violenza sessuale e/o fisica, è stato considerato il fattore etiologico primario dei disturbi di personalità multipla (MPD), il tipo più avanzato di reazione dissociativa.

Putnam et al. e Schultz et al. videro che il 97% dei loro pazienti di MPD avevano vissuto una violenza nell’infanzia.

Coons e Milstein trovarono una conferma ai racconti di violenza sessuale nel 85% dei loro casi. Goodwin descrisse una storia di prolungata grave violenza sessuale e fisica nei racconti di sei donne adulte con MDP o con gravi reazioni dissociative, che avevano subito un incesto.

La prevalenza di nove a uno delle femmine rispetto ai maschi fra i pazienti con MDP riflette forse l’incidenza più elevata di violenza sessuale nelle ragazze.

Continua…

Meiselman K., Incest: A Psychological Study of Causes and Effects with Treatment Recommendations, San Francisco, Jossey-Bass, 1990.

Categoria: Età evolutiva | Commenti disabilitati su Disturbo di personalità multipla
Maggio 19 2018

Disturbi borderline

Reading Time: < 1 minute

Il disturbo di personalità borderline è stato frequentemente osservato nelle donne adulte che avevano subito una violenza sessuale o un incesto.

Stone e Stone et al. riportano storie di incesti infantili nel 36% e nel 41% delle pazienti recentemente ospedalizzate con diagnosi di disturbo di personalità borderline, rispettivamente a New York e a Brisbane, Australia.

Bryer et al. trovarono che l’86% di 14 pazienti borderline ospedalizzati avevano una storia di violenza sessuale prima dell’età di 16 anni, mentre una violenza sessuale era riportata soltanto dal 21% di tutte le persone ricoverate.

Herman et al. intervistarono pazienti adulti che avevano un disturbo di personalità borderline o tratti borderline e soggetti senza disturbo di personalità borderline riguardo ad un eventuale trauma infantile.

Significativamente un maggior numero di soggetti borderline riferirono storie di violenza sessuale di quanto non fecero i soggetti con tratti borderline o senza diagnosi di disturbo borderline.

Herman e van der Kolk attribuirono l’incidenza più elevata di personalità borderline come una complessa sindrome post-traumatica, nella quale i soggetti non riescono a percepire la connessione fra i loro sintomi attuali e le esperienze di violenza della loro infanzia.

Questi autori sostengono che i ricordi della violenza vengono integrati nell’organizzazione globale della personalità e diventano ego-sintonici.

Infatti i criteri del DSM-III R per il disturbo di personalità borderline includono sintomi di impulsività associati a rabbia intensa o a comportamento suicidario, di automutilazioni, e instabilità affettiva con depressione, ambedue conseguenze tipiche nei bambini che hanno sofferto una violenza sessuale e negli adulti che la hanno subita nella loro infanzia.

Continua… 

Horowitz M., Stress-Response Syndromes. New York, Jason Aroson, 1990.

Categoria: Età evolutiva | Commenti disabilitati su Disturbi borderline