Gennaio 14 2020

Trauma

Trattamento speciale 14f13

         “Dovere dell’igiene razziale dev’essere quello di occuparsi con sollecitudine di un’eliminazione degli esseri umani moralmente inferiori più severa di quanto non sia praticata oggi… Noi dovremmo letteralmente sostituire tutti i fattori che determinano la selezione in una vita naturale e libera… Nei tempi preistorici dell’umanità la selezione delle qualità della resistenza, dell’eroismo, dell’utilità sociale ecc. fu praticata esclusivamente da fattori sociali esterni. Questo ruolo dev’essere oggi assunto da un’organizzazione sociale; in caso contrario l’umanità, per mancanza di fattori selettivi, sarà annientata dai fenomeni degenerativi che si accompagnano alla domesticazione“. 

Konrad Lorenz (1940)

          “Certamente, ci sono popoli che si sono odiati per secoli. Ma che si uccidano persone in modo così sistematico, con l’aiuto di medici, solo perché appartengono a un’altra razza, questa è una cosa nuova al mondo“.

Fratello del medico capo delle ss ad Auschwitz

         “Essi – i medici ss – facevano il loro lavoro esattamente come una persona che se ne va in ufficio. Erano persone distinte che andavano e venivano, che esercitavano la loro supervisione ed erano rilassati, a volte sorridenti, a volte scherzosi, ma mai infelici. Erano spiritosi, se erano nell’umore giusto. Personalmente non avevo l’impressione che risentissero molto di ciò che stava accadendo, e tanto meno che ne fossero traumatizzati. La cosa andò avanti per anni, non per un giorno“.

Un medico prigioniero ad Auschwitz

Categoria: Clinica, Storia | Commenti disabilitati su Trauma