Maggio 7 2018

Depressione e basso livello di autostima

Prima del 1980 i sintomi depressivi erano tra quelli più frequentemente osservati nelle vittime di violenza sessuale infantile. MacVicar riportò che gli adolescenti che erano stati violentati sessualmente erano i più vulnerabili alla depressione. Diverse indagini, eseguite dal 1980 al 1990, hanno confermato l’impatto negativo di un trauma sessuale sugli affetti e la stima personale del bambino che ne è stato vittima.

Livigston osservò disturbi depressivi maggiori con caratteristiche psicotiche in 10 dei 13 ricoverati presso un centro psichiatrico per bambini violentati sessualmente, usando il Diagnostic Interview for Childrens and Adolescents come intervista psichiatrica standardizzata. L’età media di questi bambini era 9,7 anni.

Sansonnet-Haydn et al. riportarono un’incidenza del 71% di depressione maggiore in adolescenti che erano stati violentati sessualmente e che erano stati ricoverati in un ospedale psichiatrico. Questi adolescenti che avevano subito violenza sessuale avevano un’incidenza molto più alta di tentativi di suicidio dei loro coetanei non violentati. Per valutare i sintomi psichiatrici gli autori usarono la Diagnostic Interview Schedule.

Cavaiola e Shiff riferirono anche una maggiore gravità dei sintomi depressivi e un numero più elevato di tentativi di suicidio nei pazienti adolescenti ricoverati che avevano subito violenza sessuale, di quello rilevato nei pazienti ricoverati che non avevano subito violenza.

Anderson at al. riportarono la storia di quattro ragazze adolescenti che tentarono il suicidio dopo la rivelazione dell’incesto. Friedrich et al. scoprirono che il 46% di un campione di 61 ragazze che erano state violentate sessualmente aveva un punteggio significativamente elevato nella scala di interiorizzazione della Child Behavior Checklist, che include comportamenti descritti come paurosi, inibiti, depressi e eccessivamente controllati. Sgroi descrisse depressione, sensi di colpa e basso livello di autostima uniti a una sensazione di danno irreparabile o “sindrome di compromissione dei propri valori” come problemi cruciali dei bambini che avevano subito violenza sessuale.

Anche se la letteratura documenta la presenza di depressione, di basso livello di autostima e di comportamenti suicidari nei bambini che hanno subito violenza sessuale, la natura del legame fra violenza sessuale e depressione non è stata ben definita. Finkelhor e Brownw ipotizzano che la depressione sia causata dal tradimento da parte del genitore, che conduce alla perdita di questa figura fidata, da sensazioni di impotenza e di sfruttamento e dalla stigmatizzazione che determina sensazioni di cattiveria, di vergogna e di colpa; tali sensazioni vengono incorporate nell’immagine di sè del bambino.

Poiché la depressione e i comportamenti suicidari sono stati più frequentemente osservati in bambini più grandi e adolescenti che hanno subito violenza sessuale, è possibile che i sintomi depressivi siano associati ad una più elevata consapevolezza della natura deviante e stigmatizzante della violenza sessuale. Questo potrebbe spiegare la maggiore vergogna ed i sensi di colpa nei bambini più grandi.

La tendenza alla depressione potrebbe anche essere correlata al grado di disperazione indotto nel bambino-vittima ed al livello di sostegno esistente in famiglia. Per esempio, per un bambino, la cui rivelazione di essere stato molestato viene vista come ostilità e incredulità da parte del genitore estraneo al fatto, c’è un rischio maggiore di depressione che per un bambino, che riceve sostegno e protezione dall’altro genitore. La gravità dei sintomi depressivi potrebbe anche essere correlata alla gravità della crisi familiare conseguente alla rivelazione, p.e., separazione o divorzio dei genitori, carcerazione del genitore colpevole, collocazione in affidamento della vittima e dei fratelli.

Continua…

American Humane Association, National study on child neglect and abuse reporting, Denver, Colorado, 1990.

Categoria: Età evolutiva | Commenti disabilitati su Depressione e basso livello di autostima