Aprile 5 2018

L’alimentazione della persona febbricitante

Negli stati febbrili è importante un’alimentazione appropriata. I pazienti febbricitanti non hanno appetito ma bisogna ugualmente provvedere ad una alimentazione sufficiente. A ciò si aggiunga la necessità di un apporto abbondante di liquidi per poter compensare le perdite provocate dalla sudorazione. I grassi e le proteine vengono mal tollerati, perciò l’alimentazione deve essere composta da una dieta leggera, ricca di carboidrati. Come alimenti sostanziosi e stimolanti si possono utilizzare, durante gli stati febbrili, brodo di carne, thé, gelati. Con questi alimenti si può ottenere un’azione di stimolo generale evitando uno stato di spossatezza.


Tag:, ,
Copyright Afis 2020. All rights reserved.

Pubblicato 05/04/2018 da Fabrizio Artelli nella categoria "Assistenza domiciliare", "Cronicità

Riguardo l’Autore

Psicologo e Psicoterapeuta Tel.: 375.544.1862 (per appuntamento)