Agosto 30 2018

La terapia

La visione globale dell’individuo nel suo ambiente, nella storia e nella sua struttura costituzionale presuppone un’altrettanto globale visione terapeutica.

Per Ippocrate, ciò che conta non è certo la cura di uno o dell’altro sintomo, ma la ricostruzione dello stato di salute nella sua interezza. La terapia non può limitarsi alla somministrazione di un farmaco che combatta i sintomi acuti.

Deve essere un “regime”, cioè un insieme di interventi che agisca da ogni parte rinforzando l’organismo e indebolendo il male, in modo da riportare gradualmente il malato alla salute, utilizzando le forze naturali che egli racchiude in sé.

Il regime ippocratico si basa soprattutto sulla dieta, sugli esercizi fisici, sul miglioramento delle condizioni igieniche e sul paziente stesso.

Medico e malato devono percorrere assieme la strada verso la guarigione o, talvolta, verso la morte, che prima o poi attende tutti gli uomini, perché sempre chi soffre abbia vicino chi lo conforti.

Medicina e natura


Tag:,
Copyright Afis 2020. All rights reserved.

Pubblicato 30/08/2018 da Fabrizio Artelli nella categoria "Medicina Naturale

Riguardo l’Autore

Psicologo e Psicoterapeuta Tel.: 375.544.1862 (per appuntamento)