Settembre 19 2018

I farmaci e l’età anziana: attenzione a dosi e ad abusi

A proposito di età anziana vanno dette alcune parole di avvertimento sui dosaggi e sull’impiego dei farmaci. Spesso i parenti premurosi insistono perché il medico prescriva un farmaco per ogni singolo male o “acciacco” dei loro cari, talvolta commettendo il grave errore di non dire allo specialista quali altri farmaci il paziente prenda.


Per esempio, se un paziente è in terapia antipertensiva o prende dei farmaci cardiaci, questo viene taciuto al reumatologo o all’urologo, perché “quella è la sua solita medicina, non c’entra”, oppure “ma tanto quella deve prenderla sempre, sono per il cuore”.

Alcuni farmaci possono provocare degli effetti opposti a quelli desiderati, e comunque le dosi di farmaci richieste dopo una certa età sono inferiori a quelle che la stessa persona avrebbe sopportato a quarant’anni.

Spesso i dosaggi indicati come “normali” sulle confezioni danno al paziente anziano reazioni negative molto gravi, provocando confusione mentale e irrequietezza che possono anche essere scambiate come segni di senescenza e, se non si corre immediatamente ai ripari, provocare un danno irreversibile.

Questa maggiore sensibilità alle terapie rende gli anziani, come i bambini, più sensibili alle cure naturali, che possono essere loro di grande aiuto e non solo per i mali minori: non dimentichiamo l’effetto antipertensivo dell’aglio, quello diuretico della cipolla, gli apporti di sale e vitamine che forniscono i prodotti naturali, sia assunti come terapia sia somministrati nella dieta come complementi alimentari.

Esistono molte piante a effetto cardiotonico; la più nota, la digitale, è stata usata per secoli e ancora oggi alcuni medici la preferiscono ai suoi derivati per gli effetti di protezione del muscolo cardiaco e per l’azione più completa. Naturalmente solo un medico esperto può fare una simile prescrizione; ma altri e più blandi rimedi possono essere assunti come auto-medicazione, nell’attesa che, ci auguriamo, anche tra i medici di oggi rinasca l’interesse per le piante medicinali e che presto la sparuta schiera dei fitoterapeuti esperti divenga più numerosa.

Medicina e natura


Tag:,
Copyright Afis 2020. All rights reserved.

Pubblicato 19/09/2018 da Fabrizio Artelli nella categoria "Cronicità

Riguardo l’Autore

Psicologo e Psicoterapeuta Tel.: 375.544.1862 (per appuntamento)