Settembre 29 2018

L’alimentazione nella terza età: Consigli pratici

Ecco alcune raccomandazioni utili e semplici da seguire per adeguare l’alimentazione ai bisogni della terza età.

  • Ridurre moderatamente e progressivamente l’alimentazione (un consiglio che è valido soprattutto per le persone non più attive), cercando comunque di favorire sempre il consumo dell’energia che viene introdotta con i cibi facendo attività fisica piuttosto che restringendo eccessivamente la dieta quotidiana.
  • Mantenere nella dieta quotidiana una quota di frutta e verdura sufficiente a garantire un apporto adeguato di vitamine e Sali minerali. I vegetali a foglia verde scura, il radicchio e il prezzemolo contengono anche molto ferro, di cui spesso sussiste carenza. Le verdure, mangiate tutti i giorni, devono essere per lo più cotte e tagliate sottili.
  • Mangiare spesso cibi ricchi di calcio e fosforo nella giusta proporzione: pesce, piccole quantità di frutta secca, passati e puré di legumi (i legumi interi nell’anziano possono dare gli stessi inconvenienti che si hanno nei bambini piccoli).
  • Bere come minimo, 1 litro -1 litro e mezzo di liquidi al giorno per favorire le funzioni del rene e dell’intestino.
  • Chi ha problemi di masticazione deve evitare alimenti duri e preferire altre preparazioni e pietanze: passati di verdura; puré di vegetali; carne macinata e pesci teneri lessati; crackers e biscotti che si sciolgono facilmente in bocca; formaggi cremosi; succhi e purea di frutta.

Tag:
Copyright Afis 2020. All rights reserved.

Pubblicato 29/09/2018 da Fabrizio Artelli nella categoria "Cronicità

Riguardo l’Autore

Psicologo e Psicoterapeuta Tel.: 375.544.1862 (per appuntamento)