Ottobre 16 2018

Il mare e lo iodio

Il mare è una medicina naturale anche per il suo contenuto in iodio; ma non soltanto per questo, come si è erroneamente pensato dopo la scoperta dell’influsso di questo ione sull’attività della ghiandola tiroidea.

La salinità del mare influisce sulle caratteristiche psicosomatiche delle popolazioni rivierasche, quando esse siano stanziate lì da molte generazioni. Le isole sorgenti in mari caldi e ventilati e le penisole che li attorniano, come l’arcipelago greco, la Sicilia e quella che fu la Magna Grecia – non conosciamo a sufficienza intelligenza, carattere, comportamento delle popolazioni delle isole caraibiche o polinesiane per citare anche queste come esempio- ospitano individui vivaci e reattivi sia nel fisico sia nello spirito, fantasiosi e intraprendenti.

Pur avendo ancora molta strada da percorrere per comprendere appieno le differenze genetiche, ne sappiamo abbastanza per rifiutare la semplificazione che motore primo di questi campioni umani eccezzionali sia il rapporto fra ricchezza di ricambio di iodio e l’attività tiroidea.

Pensiamo piuttosto che i loro caratteri genetici siano la risultanza dell’azione delle radiazioni e della composizione di ioni minerali nell’aria rimescolata dai venti costieri: sicuramente lo iodio è importante, ma non più dell’insieme degli altri elementi minerli. Questi popoli beneficiano di tale apporto e stimolo minerale anche quando, come storicamente è noto per la Sicilia, si succedono periodi di deficienza di altri fattori alimentari.

Altri popoli, quali gli Eschimesi, compensano con il nutrirsi di pesci la rigidità del loro clima e il basso tenore di salinità del loro mare, a causa dei quali si troverebbero altrimenti in deficit sia di iodio sia degli altri minerali di cui sono ricchi i mari del Sud.

Il nutrirsi di pesci salva, per esempio, gli Islandesi dalla degradazione psicosomatica (gozzismo e cretinismo) cui andarono incontro in passato le popolazioni alpine (Val d’Aosta, Valli bergamasche, ecc.) per deficit ioideo e salino.

Medicina e natura



Copyright Afis 2020. All rights reserved.

Pubblicato 16/10/2018 da Fabrizio Artelli nella categoria "Medicina Naturale

Riguardo l’Autore

Psicologo e Psicoterapeuta Tel.: 375.544.1862 (per appuntamento)