Dicembre 5 2019

Criminalistica

L’importanza e il ruolo che, nell’ambito del processo penale, assumono le indagini tecniche di polizia (o, come alcuni definiscono, le investigazioni di criminalistica) si evincono dalla lettura degli articoli 348, 349 e 345 del Codice di Procedura Penale, le cui norme disciplinano l’attività che deve essere svolta per garantire l’assicurazione delle fonti di prova, per effettuare l’identificazione delle persone e per eseguire gli accertamenti urgenti e i rilievi sullo stato dei luoghi e delle cose.

L’attività di criminalistica (o di polizia scientifica) è, dunque, quel complesso di accertamenti tecnici svolti a seguito di un episodio criminoso e tesi alla ricostruzione del fatto costituente reato e alla ricerca del suo autore. Essa studia le tracce del delitto attraverso una metodologia tecnico-laboratoristica ben definita, svolta da esperti e specialisti in varie discipline scientifiche, quali la fisica, la chimica, la biologia, la balistica, la matematica, l’antropometria, la dattiloscopia ecc.; queste discipline si integrano vicendevolmente unificandosi, con finalità proprie e con proprio oggetto d’indagine, nel concetto di tecnica dell’investigazione criminale (o criminalistica), una pratica che consente di risalire, partendo dalle tracce del fatto criminoso, alla qualificazione dello stesso e all’identificazione dell’autore, offrendo risultati di valore oggettivo, documentato e riscontrabile.



Copyright Afis 2020. All rights reserved.

Pubblicato 05/12/2019 da Fabrizio Artelli nella categoria "Criminologia

Riguardo l’Autore

Psicologo e Psicoterapeuta Tel.: 375.544.1862 (per appuntamento)