Febbraio 4 2020

ABC Procedura per la pulizia ed igiene della persona

Un passo iniziale per la prevenzione delle infezioni derivanti dall’attività in ambito sanitario è una corretta igiene delle mani. Infatti la superficie cutanea è ricca di diversi batteri. Se la carica batterica è elevata possono diventare causa di infezioni.

Riportiamo pertanto alcune procedure di corretta prassi igienica.

Lavarsi le mani:

–       Prima di iniziare il lavoro e dopo ogni interruzione

  • Dopo aver usato i servizi igienici
  • Ogni volta che si passa da un’attività ad un’altra
  • Dopo aver fumato, tossito o starnutito
  • Dopo aver manipolato rifiuti o materiale potenzialmente contaminati
  • Utilizzare i lavabi predisposti per il personale
  • Usare acqua calda e un detergente possibilmente battericida
  • Distribuire il detergente/disinfettante su mani ed avambracci ed effettuare un’accurata pulizia
  • Prima e dopo il contatto con ferite
  • Tra un contatto e l’altro con pazienti e quando si ritenga di aver toccato una fonte di patogeni
  • Risciacquare abbondantemente ed asciugare con diffusori ad aria o anche con asciugamani monouso
  • Pulire le unghie con l’apposito spazzolino
  • Proteggere le mani con guanti appropriati all’attività svolta e sostituirli quando sono rotti o troppo usati o quando si passa da un tipo di attività ad un altro
  • Tenere le unghie corte poiché la sporcizia potrebbe accumularsi al di sotto di esse
  • Non pulirsi le mani sugli abiti da lavoro.

 

 



Copyright Afis 2020. All rights reserved.

Pubblicato 04/02/2020 da Fabrizio Artelli nella categoria "Psicologia e Salute

Riguardo l’Autore

Psicologo e Psicoterapeuta Tel.: 375.544.1862 (per appuntamento)