6 Febbraio 2020

Prevenzione dai rischi nell’emergenza e nelle attività di pronto soccorso

Il pronto soccorso è uno dei punti focali ove le condizioni di emergenza e di criticità negli interventi, costituiscono fattori limitanti l’adeguatezza delle protezioni. In tali reparti, occorrerà sempre attenersi scrupolosamente a precetti importanti sulla massima sicurezza possibile, tenendo presente che rimangono valide le norme già prescritte per i reparti di chirurgia e medicina generale.

In emergenza occorrerà quindi:

  • Considerare il paziente potenzialmente infetto
  • Indossare gli indumenti in dotazione, ovvero i gilet ad alta visibilità quando si lavora su strada
  • Indossare i guanti in lattice, monouso in ogni contatto col paziente
  • In presenza di emorragie, utilizzare una maschera di protezione per il volto
  • Per trasferire il paziente da terra alla lettiga, effettuare l’operazione in due; il sollevamento del paziente deve avvenire con le gambe flesse e la schiena deve essere mantenuta retta
  • Rispettare il codice della strada durante il percorso in ambulanza
  • Non utilizzare fiamme libere nell’ambulanza

In caso di Interventi di primo soccorso e pronto soccorso, è necessario:

  • Utilizzare, oltre alle precauzioni di carattere generale, sistemi meccanici di respirazione che evitano il contatto diretto con le mucose dell’infermo

In caso di Interventi chirurgici, ivi compresi interventi Odontoiatrici e Autopsie, è opportuno:

  • Indossare sempre i guanti; in particolare, gli odontoiatri debbono indossare sempre i guanti durante le manipolazioni alla bocca
  • I manipoli, gli ablatori ad ultrasuoni, le frese, le siringhe aria-acqua devono essere sterilizzati per ogni singolo paziente
  • Per gli operatori addetti alle autopsie e al trasporto salme, attenersi alle procedure di sicurezza, indossare maschere facciali, occhiali e camici a tenuta d’acqua
  • Effettuare la decontaminazione dei piani di lavoro e degli strumenti con disinfettanti efficaci contro l’HIV; in particolare, i piani di lavoro devono essere protetti con fogli di alluminio che devono essere cambiati dopo ogni contaminazione
  • Per i pazienti ricoverati in rianimazione, utilizzare materiale monouso e sterilizzare sempre laringoscopi, tubi ed i ventilatori.


Copyright Afis 2020. All rights reserved.

Pubblicato 06/02/2020 da Fabrizio Artelli nella categoria "Psicologia e Salute

Riguardo l’Autore

Psicologo e Psicoterapeuta Tel.: 375.544.1862 (per appuntamento)