Febbraio 17 2020

Procedure per la pulizia dei locali

La pulizia è un’operazione preliminare di fondamentale importanza in quanto la sporcizia, costituita da sostanze organiche e inorganiche, è spesso ricca di microrganismi che vi si moltiplicano attivamente. L’uso corretto di acqua e detergente consente una buona riduzione della carica microbica e tale intervento costituisce una operazione preliminare rispetto alla disinfezione.

Tutti i locali dell’ospedale devono essere sistematicamente puliti e tutte le operazioni devono essere svolte  indossando guanti di gomma. IL materiale per le pulizie deve essere stivato in un luogo esclusivo, deve essere disinfettato dopo l’uso e sterilizzato periodicamente. Ove possibile, dovrebbero preferibilmente essere utilizzate idropulitrici o apposite attrezzature idonee a rimuovere lo sporco ad umido senza sollevare polvere. Nel caso di utilizzo di strumenti tradizionali, per una corretta pulizia dei pavimenti occorre seguire le procedure sotto riportate:

Prima dell’inizio della seduta operatoria

  • Rimuovere dalla stanza tutto l’equipaggiamento portatile
  • Pulire le superfici al di sopra del livello del pavimento e le suppellettili fisse (lampada scialitica, carrelli e monitor, letto operatorio, tavolo servitore, apparecchi per l’anestesia, ecc.) con garze monouso umidificate con soluzione detergente
  • Pulire con alcool gli schermi dei riflettori
  • Pulire il pavimento utilizzando una soluzione detergente
  • Pulire con uno straccio bagnato in soluzione detergente le attrezzature mobili prima che vengano rimesse a posto
  • Se le attrezzature sono dotate di ruote, farle passare su teli imbevuti di soluzione detergente

Tra un intervento chirurgico e l’altro

  • Pulire il pavimento con ramazza umida (soluzione detergente)
  • Radunare tutto il materiale monouso (guanti maschere, cappucci, garze) utilizzato ed avviarlo allo smaltimento
  • Radunare i ferri chirurgici sporchi ed avviare a bonifica
  • Raccogliere taglienti ed aghi a perdere, senza reincappucciarli, in contenitori rigidi per avviarli a smaltimento
  • Mettere in doppio sacco la teleria usata da avviare a smaltimento
  • Lavare il pisano del letto con detergente ed asciugare
  • Sostituire strumentario e biancheria con materiale sterile necessario per il successivo intervento confezionato in pacco delicato sterile

Al termine della seduta operatoria

  • Radunare lo sporco in un punto del pavimento, utilizzando un sistema di pulizia ad umido, raccogliere in un sacco di plastica per smaltimento
  • Inviare a sterilizzazione tutto lo strumentario già disinfettato e lavato
  • Se utilizzati pacchi sterili, ricomporli, controllarli ed inviarli a sterilizzazione in confezioni distinte
  • Avviare a bonifica la teleria già chiusa in doppio sacco
  • Rimuovere dalla stanza tutte le apparecchaiture portatili
  • Pulire con detergente tutte le parti fisse delle apparecchiature
  • Lavare il pavimento, superfici, arredi, scialitiche con detergente
  • Pulire pareti con straccio su asta imbevuto di detergente
  • Pulire griglie immissione ed emissione aria condizionata

Per la spazzatura

  • Usare una scopa a frange o in nylon rivestita con un panno umido
  • Operare su superfici ridotte
  • Convogliare lo sporco in un unico punto

Per il lavaggio dei locali

  • Utilizzare secchi diversi per il risciacquo e per la soluzione detergente
  • Sciacquare più volte la scopa o lo straccio
  • Dopo aver sciacquato il pavimento lasciare asciugare
  • Una volta sciutto, passare la scopa o lo straccio imbevuto di disinfettante
  • Sostituire frequentemente il contenuto dei secchi (acqua di risciacquo e soluzione detergente) per esempio dopo aver pulito piccole porzioni di corridoio o dopo una camera
  • Per una corretta pulizia delle pareti occorre passare la soluzione detergente/disinfettante con l’ausilio del tergivetro ad asta telescopica, sciacquare e lasciare asciugare
  • Per rimuovere la polvere dagli arredi, utilizzare uno straccio imbevuto di una soluzione detergente/disinfettante e risciacquare. Asciugare poi con panno asciutto
  • Per una corretta pulizia dei servizi igienici, almeno una volta al giorno detergere vasche-lavandini con polvere abrasiva a base di ipoclorito utilizzando stracci appropriati, sciacquare con acqua corrente e successivamente disinfettare.

Procedura per la pulizia di emergenza

In caso di contaminazione accertata o presunta sarà necessario

  • Che il personale indossi gli indumenti protettivi prescritti
  • Introdurre in sacchi appositi la biancheria infetta ed i rifiuti e chiudere i sacchi ermeticamente. Segnalare il contenuto come “materiale infetto”
  • Lavare con acqua e detergente eventuali sostanze organiche  presenti sulle superfici
  • Prima di disinfettare l’ambiente con aldeide formica o glutarica nebulizzata, lasciarvi gli indumenti protettivi utilizzati e tutte le suppellettili nonché gli effetti letterecci
  • Disinfettare il pavimento per esempio con ANTISAPRIL  2% o DELEGOL in acqua o altro disinfettante con potere analogo
  • Procedere infine alla normale pulizia ed aerazione dell’ambiente.


Copyright Afis 2020. All rights reserved.

Pubblicato 17/02/2020 da Fabrizio Artelli nella categoria "Psicologia e Salute

Riguardo l’Autore

Psicologo e Psicoterapeuta Tel.: 375.544.1862 (per appuntamento)