Marzo 2 2020

Indumenti autopulenti

“Durante l’Operazione “Desert Storm” o “Tempesta nel deserto”, svoltasi nel corso della Guerra del Golfo la maggior parte delle perdite umane è avvenuta per via delle infezioni batteriche e non a causa d’incidenti o per i colpi di arma da fuoco. In seguito abbiamo trattato le magliette e gli indumenti intimi dei soldati, i quali li hanno testati per parecchie settimane; i capi trattati hanno mantenuto un alto livello igienico perché il tessuto uccide attivamente i batteri, e inoltre si sono rivelati di aiuto nel risolvere positivamente problemi di natura dermatologica”.  (Jeff Owens, scienziato, U.S.Air Force)

Gli scienziati hanno creato un tipo di stoffa idrorepellente e antimacchia che uccide persino molti dei batteri responsabili del cattivo odore del sudore. La stoffa necessita comunque di essere lavata, ma assai meno spesso del normale, e inoltre si pulisce facilmente. Si tratta di una tecnologia che impiega le microonde per fissare alle fibre del tessuto microscopiche nanoparticelle dotate di proprietà chimiche quali l’idrorepellenza e la capacità di distruggere i batteri.

Nel tempo questa stoffa si consuma, ma i produttori sostengono che si possa – rimettere a nuovo – immergendo il materiale in una soluzione delle stesse sostanze chimiche. Gli scienziati dell’U.S. Air Force inizialmente vennero coinvolti nella ricerca, nella speranza che il tessuto utilizzato per confezionare le divise dei soldati potesse offrire protezione durante le guerre batteriologiche. I primi test rivelarono che con tale sistema si potevano uccidere l’antrace e altri batteri usati come “arma di offesa”.

Questa stoffa (specialmente grazie alle sue prorpietà antibatteriche) potrebbe rivoluzionare l’abbigliamento sportivo e da trekking, ma anche offrire centinaia di altre possibilità, dalla biancheria per ospedali alle divise di medici e infermieri, e dai grembiuli per cuochi ai filtri dell’aria condizionata su aeroplani e navi da crociera.

 



Copyright Afis 2020. All rights reserved.

Pubblicato 02/03/2020 da Fabrizio Artelli nella categoria "Psicologia e Salute

Riguardo l’Autore

Psicologo e Psicoterapeuta Tel.: 375.544.1862 (per appuntamento)