Marzo 31 2020

Il soccorritore

Per intervenire in soccorso degli altri non occorre essere particolarmente robusto. Anzi: tale caratteristica è d’impaccio, visto che all’empatia non servono i muscoli. La personalità del soccorritore-tipo è stata studiata dagli psicologi tramite 700 interviste in diversi Paesi occidentali. L’interventista è un individuo che:

  • Si sente vicino alla sua famiglia, genitori, fratelli e sorelle
  • E’ stato educato sulla base dell’etica della cura per gli altri, assimilando un senso del dovere verso tutti gli esseri umani
  • Accetta la responsabilità sociale nelle relazioni con gli altri
  • Possiede l’abilità di decentramento da sé che gli permette di provare empatia per le sofferenze altrui
  • Sostiene la pace e i valori democratici pluralistici
  • Respinge l’intolleranza, l’etnocentrismo e gli stereotipi, che sostituisce con il rispetto
  • Da ragazzo/a, nel suo processo di crescita ha avuto amici tra i più diversi gruppi sociali, etnici e religiosi
  • Si sente psicologicamente affine a persone che provengono da differenti gruppi sociali, etnici, nazionali e religiosi
  • Presenta come tratto di personalità un “punto di controllo”, considerandosi responsabile del proprio comportamento
  • Non è facilmente influenzabile dal parere degli altri
  • E’ dotato di integrità personale e senso dell’onore
  • Si percepisce come onesto, servizievole, responsabile, pronto a difendere le proprie convinzioni
  • Non apprezza l’obbedienza all’autorità, in particolare verso le autorità totalitarie, percepite come malvagie
  • Nell’infanzia, quando ha commesso cattive azioni, ha ricevuto spiegazioni sulle conseguenze del suo operato, e non botte e rimproveri
  • E’ dotato di coraggio morale, l’opposto di apatia e disperazione.

Il profilo non è deterministico: una persona così si comporterà bene o male in funzione del contesto sociale e ambientale in cui si imbatterà, e non bastano gli psicologi a prevederne il comportamento. L’azione morale in un contesto immorale, come certamente è quello del post-catastrofe, non prevede attributi identificabili dalla psicometria se non, forse, il coraggio.



Copyright Afis 2020. All rights reserved.

Pubblicato 31/03/2020 da Fabrizio Artelli nella categoria "Psicologia e Salute

Riguardo l’Autore

Psicologo e Psicoterapeuta Tel.: 375.544.1862 (per appuntamento)