Febbraio 12 2021

Filosofia gnostica, gnostici e gnosticismo

Reading Time: < 1 minute

Scrive Fernando Pessoa: “Abbiamo visto come il cristianesimo abbia amalgamato elementi (…) che originariamente sono tre: il monoteismo giudaico, il misticismo neoplatonico e il paganesimo della decadenza romana”. Per quanto formalmente sconfitta, la gnosi cristiana, ovvero la dottrina esoterica e magica della religione di Cristo, non fu mai realmente estirpata.

La parola “gnosi” deriva dal greco gnoostikos, “colui che sa”. I seguaci si consideravano sapienti, illuminati, apostoli. Nel I e II secolo della Chiesa Cattolica rappresentarono un’eresia diffusa, che si oppose fortemente al predominio del cristianesimo ufficiale. Seguaci di Pitagora e Platone contrastarono la verità rivelata del cristianesimo e fondarono diverse sette eclettiche, che presero nomi diversi a seconda dei loro “eresiarchi”: simoniani, basiliani, valentiniani, ofiti.

La loro origine filosofica, secondo diverse interpretazioni, è dovuta alla mescolanza ibrida di dottrine elleniche e orientali, affini al buddhismo, nutrite di ideologie dualistiche e cristianesimo. Secondo la dottrina principale della gnosi, dall’Altissimo derivano per emanazione tutti gli altri spiriti detti Eoni.

Cristo fu un Eone inviato da Dio, che si unì all’uomo corporeo Gesù, determinando la figura salvifica di Gesù Cristo. Caratteristica di questo movimento, che unì pratiche magiche e divinatorie alla fede, fu il fatto che i suoi principali maestri opposero sempre all’accettazione della fede (pistis), la ricerca razionale della verità (gnoosis).

Molte teorie della magia naturale fecero riferimento alla concezione gnostica le cui opere scritte, tuttavia, vennero distrutte, o sopravvissero in qualche copia manoscritta nelle biblioteche segrete delle abbazie o nei laboratori infernali dei maghi rinascimentali.

Please follow and like us:

Tag:
Copyright Studio Afis 2021. All rights reserved.

Pubblicato 12/02/2021 da studioafis nella categoria "Storia", "XFile

Riguardo l’Autore

Team Studio Afis Email: studioafis@gmail.com