Una nuova realtà: gli asili nel bosco

Reading Time: 2 minutes

In Italia si è cominciato a parlare di asili nel bosco dall’apertura del progetto a Ostia antica fondato da Paolo Mai, Giordana Ronchi, Danilo Casertano e Sabina Bello e partito ufficialmente nel 2014.

Grazie all’impegno nella comunicazione di questo gruppo , che ha iniziato parallelamente al progetto L’ASILO NEL BOSCO anche un fittissimo calendario di formazioni, si è creata una rete di persone e progetti che stavano lavorando in solitudine intorno a idee simili, entrando in contatto con esperienze consolidate da più anni  ma fino a quel momento isolate.

La spinta principale alla nascita di queste realtà è arrivata da genitori e educatori in fuga dalla scuola tradizionale, frustrati dalla difficoltà di dare risposta un fortissimo e generalizzato bisogno di cambiamento.

La nascita di gruppi e progetti nella società civile, promossi da cittadini(educatori e genitori) ha portato anche fuori dalla scuola il discorso sul rinnovamento dei concetti di istruzione e educazione, creando un fermento che non sempre si riesce a mettere in sintonia con chi porta avanti queste istanze  nella scuola pubblica.

La possibilità di trascorrere maggior tempo in natura e tempi più rispettosi dei bambini sembrano essere due capisaldi condivisi  da tutte le esperienze , che si differenziano poi per priorità, obiettivi e strumenti, talvolta con qualche confusione. Forse il ruolo dell’adulto e della sua relazione con il bambino è il punto su cui si distinguono maggiormente i vari progetti, spesso anche con qualche incoerenza.

Spesso progetti molto validi rimangono isolati e non riescono a comunicare il valore delle esperienze che vivono insieme ai bambini, per mancanza di un contesto culturale forse non ancora abbastanza maturo per cogliere l’importanza di certe sperimentazioni.

Provando a fare maggiore chiarezza identifichiamo 6 tematiche che racchiudono le basi della pedagogia nel bosco:

  • Immersione nel selvatico
  • Apprendimento come ricerca
  • Programma emergente
  • Comunità educante
  • Educazione al e con il rischio
  • Vita al campo base
Please follow and like us: